Onemore facilita l’imprenditore nella realizzazione della propria idea di impresa, rispondendo alle richieste del mercato per ottimizzare le performance aziendali attraverso sistemi di gestione personalizzati, consulenza organizzativa e di direzione.
Vai al sito
Pratika Growup è una struttura integrata e completa, in grado di supportare le aziende nella gestione dei rischi aziendali. Opera su tutto il territorio nazionale con sede principale in Friuli Venezia Giulia ed è composta da Pratika, OneMore e Consorzio ZeroCento
Vai al sito
Pratika propone alle imprese un sistema integrato di servizi e consulenza per la tutela dal rischio a ogni livello, in ambito sicurezza, ambiente e igiene. Un professionista unico per gestire e assolvere gli obblighi di legge.
Vai al sito
Facebook
LinkedIn icon
LinkedIn
Email

Circolari

Sicurezza 29/03/2020 - CONTRIBUTI POR FESR ASSE 1.2 A.2 CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER ATTIVITA’ DI RICERCA INDUSTRIALE, SVILUPPO SPERIMENTALE E INNOVAZIONE
La Regione FVG ha stanziato contributi pari a 3 mln di euro per quanto di seguito evidenziato: ...

La Regione FVG ha stanziato contributi  pari a 3 mln di euro per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

Alle Micro, piccole, medie e grandi imprese che abbiano in corso o concluso progetti di ricerca, sviluppo sperimentale e innovazione nell’ambito del programma operativo POR FESR 2014 -2020

La scadenza

Può essere presentata una sola domanda di contributo per un unico progetto di industrializzazione a partire dalle ore 10.00 del 31 marzo 2020

alle ore 16.00 del 14 maggio 2020 e deve essere presentata attraverso il sistema dedicato on line. Sono considerate ammissibili a finanziamento le spese strettamente legate alla realizzazione dei progetti finanziabili sostenute dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda.

Attività finanziabili

Sono finanziabili i progetti relativi ai programmi di industrializzazione dei risultati della ricerca, dello sviluppo sperimentale e dell’innovazione, volti ad accompagnare i risultati dell’attività di ricerca e innovazione e coerenti con la Strategia per la specializzazione intelligente rivolti specificatamente alle aree di specializzazione “Agro alimentare”, “Filiere produttive strategiche”, “Tecnologie marittime e “ Smarth Health”, ed attinenti alle relative traiettorie di sviluppo.

Sono considerate ammissibili a finanziamento le spese strettamente legate alla realizzazione dei progetti finanziabili sostenute dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda.

Sono ammissibili: impianti specifici, macchinari e attrezzature, mezzi mobili, hardware e software, beni immateriali, opere edili e di impiantistica generale, progettazione e direzione lavori, spese di collaudo ed altre spese.

Per le grandi imprese sono finanziabili solo attrezzature e impianti che pur destinati da ultimo alla produzione, per la complessità delle tecnologie nuove per le imprese, necessitano di specifiche implementazioni e di preventiva sperimentazione per l’applicazione degli esiti dell’a ttività di ricerca/innovazione ai fini dell’effettiva produzione.

I beni devono essere acquistati nuovi di fabbrica, destinati alla nuova linea produttiva.

Incentivi

Le intensità di contributo sono le seguenti:

a) per le PMI, nel caso in cui l’impresa opti per il contributo in regime di esenzione ai sensi del Regolamento (UE) 651/2014:
    - 10% dei costi ammissibili per le medie imprese
    - 20% dei costi ammissibili per le piccole imprese 
b) 35% per le grandi imprese o le PMI, qualora queste ultime
optino per il contributo in regime de minimis, ai sensi del Regolamento n.1407/2013, fermi restando i limiti de minimis richiamati all’articolo 9, comma 3.

Sicurezza 18/03/2020 - CONTRIBUTI ALLE AZIENDE ARTIGIANE
La Regione FVG ha riaperto i termini per la presentazione delle domande di contributo al Cata Artigianato, stanziando risorse complessive per la regione pari a € 3,7 MEuro: ...

La Regione FVG ha riaperto i termini per la presentazione delle domande di contributo al Cata Artigianato, stanziando risorse complessive per la regione pari a € 3,7 MEuro:

A chi si rivolge

Alle  imprese artigiane del Friuli Venezia Giulia

La scadenza

Presentazione delle domande:  A mezzo Pec, dalle ore 9.15 del 25/03/2020  alle ore 16.30 del 31/10/2020

Attività finanziabili

Contributi per i seguenti canali :

incentivi alle imprese di nuova costituzione di cui all'articolo 42 bis L.R. 12/2002;

finanziamenti a favore dell'artigianato artistico, tradizionale e dell'abbigliamento su misura di cui all'articolo 54 LR. 12/2002;

finanziamenti per sostenere l'adeguamento di strutture e impianti di cui all'articolo 55 L.R. 12/2002;

contributi per l’ammodernamento tecnologico di cui all’articolo 55 bis

L.R. 12/2002;

incentivi per le consulenze concernenti l'innovazione, la qualità e la certificazione dei prodotti, l'organizzazione aziendale e il miglioramento ambientale e delle condizioni dei luoghi di lavoro, di cui all'articolo 56, comma 1, lettera a) L.R. 12/2002

incentivi per la partecipazione a mostre, fiere, esposizioni e manifestazioni commerciali nazionali ed estere, di cui all'articolo 56, comma 1, lettera c) L.R. 12/2002;

contributi alle imprese artigiane di piccolissime dimensioni (max 10 dipendenti)  di cui all'articolo 60 bis L.R. 12/2002;

Incentivi

La dotazione finanziaria stanziata è stata suddivisa per ogni canale contributivo

Sicurezza 20/02/2020 - CONTRIBUTO REGIONE VENETO - PMI GIOVANILI
Comunicazione n. 04/2020 - Referente: Valent Federica ...


La Regione Veneto prevede l’erogazione di contributi per quanto di seguito evidenziato:


A chi si rivolge

Piccole e medie imprese dei settori dell’artigianato ed è necessario esercitare un’attività economica classificata con codice ISTAT ATECO 2007 primario e/o secondario

La scadenza

Presentazione delle domande: 24 febbraio 2020 fino al giorno 11 marzo 2020 attraverso Sistema informativo della Regione Veneto

Attività finanziabili

Sono ammissibili i progetti di supporto all’avvio, insediamento e sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali e i progetti di rinnovo e ampliamento dell’attività esistente.

Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di beni e servizi rientranti nelle seguenti categorie:

a) macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature nuovi di fabbrica;

 b) arredi nuovi di fabbrica;

c) negozi mobili;

d) mezzi di trasporto ad uso interno o esterno, a esclusivo uso aziendale, con l’esclusione delle autovetture;

e) notarili, relative all'onorario, per la costituzione di società;

f) programmi informatici.

Il progetto ammesso all'agevolazione deve essere concluso ed operativo entro il termine perentorio del 10 dicembre 2020.

Il progetto si considera concluso ed operativo quando: - le attività sono state effettivamente realizzate; - le spese sono state sostenute; - l'obiettivo per cui è stato ammesso a finanziamento è stato realizzato.

Incentivi

L’agevolazione, nella forma di contributo a fondo perduto, è pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione dell’intervento:  nel limite massimo di euro 51.000,00 (cinquantunomila/00) corrispondenti a una spesa rendicontata ammissibile pari o superiore a euro 170.000,00 (centosettantamila/00);  nel limite minimo di euro 9.000,00 (novemila/00) corrispondenti a una spesa rendicontata ammissibile pari a euro 30.000,00 (trentamila/00).



Per ulteriori informazioni:

Chiamare al numero: 0432.807545

Scrivere all'indirizzo e-mail: zerocento@gruppopk.com

Sicurezza 26/01/2020 - CONTRIBUTI REGIONALI PER RIMOZIONE E SMALTIMENTO - L.R. 29/2016 ART 4
Comunicazione n. 03/2020 - Referente: Valent Federica ...


La Regione Friuli-Venezia Giulia prevede l’erogazione di contributi per quanto di seguito evidenziato:


A chi si rivolge

Micro, piccole, medie imprese e le grandi imprese.

La scadenza

Presentazione delle domande: dal 1°al 28 febbraio 2020

Attività finanziabili

Sono agevolabili gli interventi, da realizzare successivamente alla presentazione della domanda, relativi alla rimozione e smaltimento dell’amianto da edifici sedi di imprese, intendendosi con questo termine anche le imprese non proprietarie dell’immobile, in cui sono insediate e sul quale viene eseguito l’intervento.

 Sono ammesse a contributo le spese:

- necessarie alla rimozione, al trasporto e allo smaltimento dei materiali contenenti amianto, ivi comprese quelle inerenti all'approntamento delle condizioni di lavoro in sicurezza;

- relative ad analisi di laboratorio;

- per la redazione del piano di lavoro di cui all'art. 256 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.

Sono ammesse anche le spese connesse all'attività di certificazione per l’importo massimo di 500 euro.

Non sono ammissibili le spese relative alla sostituzione del materiale rimosso e a interventi di incapsulamento o confinamento dei materiali con presenza di amianto.

Incentivi

Il contributo è concesso secondo il regime “de minimis” nelle seguenti misure:

a) micro-imprese: 50% della spesa ammessa nel limite massimo di 15.000 euro;

b) piccole e medie imprese: 40% della spesa ammessa nel limite massimo di 30.000 euro;

c) grandi imprese: 30% della spesa ammessa nel limite massimo di 40.000 euro.



Per ulteriori informazioni:

Chiamare al numero: 0432.807545

Scrivere all'indirizzo e-mail: zerocento@gruppopk.com

Sicurezza 16/01/2020 - CONTRIBUTI PER REALIZZAZIONE DI PROGETTI PER IL MIGLIORAMENTO DEI LIVELLI DI SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO – BANDO ISI INAIL 2019
Comunicazione n. 02/2020 - Referente: Valent Federica ...


L’Inail, con determina del 12 dicembre 2019, ha pubblicato l’avviso relativamente al bando Inail 2019.



A chi si rivolge

A tutte Imprese che intendono realizzare progetti in azienda per i miglioramenti dei livelli di salute e sicurezza. Alle piccole e medie imprese operanti nel settore dell’agricoltura, a quelle con codice Ateco 2007 A03.1 C31 e giovani agricoltori.

La scadenza

Le domande potranno essere presentate dalle imprese accedendo alla piattaforma Inail con le credenziali di accesso. Le date di apertura e chiusura della procedura informatica, in tutte le sue fasi, saranno pubblicate sul portale dell’Istituto, nella sezione dedicata all’Avviso Isi 2019, entro il 31 gennaio 2020.

Spese ammissibili

Sono ammissibili i progetti di investimento, progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi, bonifica amianto, progetti per micro e piccole imprese operanti in settori specifici e progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola.

Finanziamenti

 Sulle spese per i progetti di investimento, modelli organizzativi e amianto il finanziamento in conto capitale del 65% per un massimo di € 130.000 ed un minimo di € 5.000,00. Per gli investimenti delle micro e piccole imprese operanti in settori specifici identificati con codici Ateco, il finanziamento in conto capitale del 65% con un importo massimo erogabile pari a € 50.000 ed uno minimo pari a € 2000,00.

Per le micro e piccole imprese operanti nel settore dell’agricoltura il contributo è del 40%; per le imprese agricole e per i giovani agricoltori del 50% per un finanziamento massimo erogabile pari a € 60.000,00 ed un minimo di € 1.000,00.


Per ulteriori informazioni:

Chiamare al numero: 0432.807545

Scrivere all'indirizzo e-mail: zerocento@gruppopk.com

Sicurezza 13/01/2020 - CONTRIBUTO AGGIUNTIVO FONDIMPRESA - AVVISO 2/2019
Comunicazione n. 01/2020 - Referente: Valent Federica ...

A chi si rivolge

Alle Pmi aderenti a Fondimpresa

La scadenza

La presentazione di piani finanziati è prevista ore 9:00 del 17 febbraio 2020 fino alle ore 13:00 del 20 aprile 2020.

Attività finanziabili

Il Piano formativo per il quale si richiede il contributo aggiuntivo, può riguardare tutte le tematiche formative, con esclusione delle attività formative organizzate per conformare le imprese alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione e di ore di formazione che comportano lo svolgimento di attività produttive.

Finanziamenti

Fino a € 250,00 di maturando - contributo per azienda pari a € 1.500,00

oltre € 250,00 di maturando - contributo per azienda fino a € 3.000,00

oltre € 3.000,00 e fino a € 10.000,00 di maturando - contributo per azienda,100% del Maturando aziendale di inizio anno


Per ulteriori informazioni:

Chiamare al numero 0432.807545

Scrivere all’indirizzo zerocento@gruppopk.com