Onemore facilita l’imprenditore nella realizzazione della propria idea di impresa, rispondendo alle richieste del mercato per ottimizzare le performance aziendali attraverso sistemi di gestione personalizzati, consulenza organizzativa e di direzione.
Vai al sito
Pratika Growup è una struttura integrata e completa, in grado di supportare le aziende nella gestione dei rischi aziendali. Opera su tutto il territorio nazionale con sede principale in Friuli Venezia Giulia ed è composta da Pratika, OneMore e Consorzio ZeroCento
Vai al sito
Pratika propone alle imprese un sistema integrato di servizi e consulenza per la tutela dal rischio a ogni livello, in ambito sicurezza, ambiente e igiene. Un professionista unico per gestire e assolvere gli obblighi di legge.
Vai al sito

Circolari

Sicurezza 17/10/2018 - AVVISO 04/2018 FONDIMPRESA INNOVAZIONE DIGITALE E/O TECNOLOGICA DI PRODOTTO E DI PROCESSO CONTO DI SISTEMA
Fondimpresa con l’avviso 04/2018 ha stanziato risorse a valere sul Conto di Sistema ...

Fondimpresa con l’avviso 04/2018 ha stanziato risorse a valere sul Conto di Sistema per quanto di seguito riportato

A chi si rivolge

A  tutte le aziende aderenti a Fondimpresa

La scadenza

I piani possono essere presentati dal 13/12/2018 AL 22/05/2019

Spese ammissibili

I piani formativi presentati possono riguardare esclusivamente i seguenti ambiti:

·        Progetti di innovazione digitale e/o tecnologica che riguardino l’introduzione di nuovi prodotti e/o processi o un notevole miglioramento di quelli già esistenti.

I piani posso essere aziendali, territoriali o settoriali. I piani a livello interaziendale sono ammissibili esclusivamente  se tutte le imprese coinvolte sono direttamente interessate alla medesima innovazione digitale e/o tecnologica di prodotto e di processo. I piani devono in ogni caso prevedere la partecipazione di uno dei soggetti elencati:

· Università pubbliche;

· Enti di ricerca soggetti alla vigilanza Miur, laboratori pubblici e privati iscritti      nell’apposito albo Miur;

· Altri organismi di ricerca

Finanziamenti

Le risorse destinate da Fondimpresa al finanziamento dei piani formativi a valere sull’avviso 3/2018 del Conto di Sistema sono complessivamente pari a € 10.000.000,00 suddivisi in macro aree

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scriveteci all’indirizzo : info@gruppopk.com

Sicurezza 16/10/2018 - AVVISO 03/2018 FONDIMPRESA COMPETITIVITA’ – CONTO DI SISTEMA
Fondimpresa con l’avviso 03/2018 ha stanziato risorse a valere sul Conto di Sistema ...

Fondimpresa con l’avviso 03/2018 ha stanziato risorse a valere sul Conto di Sistema per quanto di seguito riportato:

A chi si rivolge

A  tutte le aziende aderenti a Fondimpresa

La scadenza

Secondo gli ambiti e scadenze indicati ad avviso dal 11/12/2018 al 25/06/2019

Spese ammissibili

I piani formativi presentati possono riguardare esclusivamente le seguenti tematiche:

·        Qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti

·        Innovazione dell’organizzazione

·        Digitalizzazione dei processi aziendali

·        Commercio elettronico

·        Contratti di rete

·        Internazionalizzazione

I piani devono coinvolgere imprese appartenenti ad almeno due regioni o provincie autonome secondo ambiti territoriali definiti all’interno dell’avviso  o settoriali, su base multiregionale, per soddisfare fabbisogni formativi comuni alle aziende appartenenti alla stessa categoria merceologica o a reti di filiere.

Finanziamenti

Le risorse destinate da Fondimpresa al finanziamento dei piani formativi a valere sull’avviso 3/2018 del Conto di Sistema sono complessivamente pari a € 72.000.000,00 e tali finanziamenti verranno suddivisi a metà secondo i termini indicati in avviso per la prima e la seconda scadenza.

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scriveteci all’indirizzo :  info@gruppopk.com

Sicurezza 01/10/2018 - VOUCHER DIGITALI INDUSTRIA 4.0
La Camera di Commercio di Udine ha stanziato contributi per tutte le PMI COOPERATIVE E CONSORZI della provincia di Udine e iscritte alla CCIA di Udine. ...

La Camera di Commercio Udine ha stanziato contributi per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

A tutte le PMI COOPERATIVE E CONSORZI della provincia di Udine e iscritte alla CCIA di Udine.

La scadenza

Le domande possono essere inviate utilizzando la modulistica rilasciata dalla Camera di Commercio a partire dalle 9.00 del 1/10/2018  fino al 05/11/2018 esclusivamente a mezzo Pec e firmate digitalmente.

Spese ammissibili

Sono ammissibili a contributo le spese sostenute per l’acquisizione di servizi di formazione e consulenza finalizzati all’introduzione di tecnologie di innovazione digitale I 4.0 (es. sistemi di e - commerce, sistemi di Edi, geolocalizzazione, sistemi informativi e gestionali quali ERP, MES, CRM,PLM, SCM, sistemi di tracking, barcode).

Le spese devono essere sostenute fatturate e pagate dopo la presentazione della domanda di contributo.

Finanziamenti

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 70% sulle spese sostenute con l’impiego di due Voucher:

·        Voucher A dell’importo di € 5.000,00 a fronte di una spesa minima  da parte dell’impresa di € 7.142,86 iva esclusa

·         Voucher B dell’importo di € 10.000,00 a fronte di una spesa minima da parte dell’impresa di € 14.285,72 iva esclusa.

Il contributo concesso non è cumulabile con altri interventi agevolativi ottenuti per le stesse iniziative e medesime spese su contributi regionali, nazionali o comunitari.

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo info@gruppopk.com

Sicurezza 05/07/2018 - CREDITO D’IMPOSTA PER FORMAZIONE 4.0
A seguito dell’emanazione della legge 205 art 1 del 27 dicembre 2017 del piano Nazionale Industria 4.0, è stata introdotto il seguente incentivo fiscale relativamente al credito d’imposta ...

A seguito dell’emanazione della legge 205 art 1 del 27 dicembre 2017 del piano Nazionale Industria 4.0, è stata introdotto il seguente incentivo fiscale relativamente al credito d’imposta:

A chi si rivolge

A tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato indipendentemente dall’attività economica esercitata, compresi i settori della pesca, acquacoltura e della produzione primaria di prodotti agricoli.

Decorrenza

L’incentivo fiscale è previsto per le spese sostenute nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31/12/2017.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le attività di formazione finalizzate all’acquisizione o al consolidamento da parte del personale dipendente dell’impresa, delle competenze nelle tecnologie rilevanti per la realizzazione del processo di trasformazione tecnologica e digitale ovvero le attività formative riguardanti:

a) big data e analisi dei dati;

b) cloud e fog computing;

c) cyber security;

d) simulazione e sistemi cyber-fisici;

e) prototipazione rapida;

f) sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA);

g) robotica avanzata e collaborativa;

h) interfaccia uomo macchina;

i) manifattura additiva (o stampa tridimensionale);

l) internet delle cose e delle macchine;

m) integrazione digitale dei processi aziendali.

Si considerano ammissibili al credito d’imposta anche le spese relative al personale dipendente, che partecipi in veste di docente o tutor alle attività di formazione ammissibili.

Nel caso in cui le attività di formazione siano erogate da soggetti esterni all’impresa si considerano ammissibili solo le attività commissionate a soggetti accreditati per lo svolgimento di attività di formazione finanziata presso la Regione o Provincia autonoma in cui l’impresa ha la sede legale o la sede operativa, a università, pubbliche o private o a strutture ad esse

collegate, a soggetti accreditati presso i fondi interprofessionali.

Finanziamenti

Il credito d’imposta spetta in misura pari al 40%  delle spese ammissibili sostenute nel periodo d’imposta agevolabile  e nel limite massimo di 300.000 euro per ciascun beneficiario.

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivete all’indirizzo : info@gruppopk.com

Sicurezza 04/05/2018 - CONTRIBUTI A FONDO PERSO ALLE IMPRESE TURISTICHE
La Regione FVG ha stanziato contributi a tutte le imprese turistiche esercenti e le strutture ricettive turistiche ...

La Regione FVG ha stanziato contributi per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

A  tutte le imprese turistiche esercenti e le strutture ricettive turistiche iscritte alla Camera di Commercio con ATECO 55.10, 55.20 e 55.30.

La scadenza

Le domande di contributo sono presentate dalle imprese richiedenti al

Centro di assistenza tecnica, dal  16 aprile 2018 alle ore 16.30 di lunedì 16 luglio 2018 prima dell’avvio delle iniziative a cui si riferiscono e tramite posta certificata al seguente indirizzo: cattfvgfondotur2018@legalmail.it

Spese ammissibili

Sono finanziabili le seguenti iniziative:

a) lavori di ampliamento, di ristrutturazione, di ammodernamento e di straordinaria manutenzione di strutture ricettive turistiche esistenti;

b) lavori di costruzione, di ristrutturazione e di straordinaria manutenzione di edifici da destinare all’esercizio di struttura ricettiva turistica;

c) acquisto di arredi e attrezzature nuovi di fabbrica per un importo minimo della spesa ammissibile pari a 10.000,00 euro.

d) realizzazione di parcheggi con almeno tre posti auto, anche mediante l’acquisto di immobili, a servizio delle strutture ricettive alberghiere. Sono altresì ammesse a contributo le spese connesse all’attività di certificazione della spesa nel limite massimo di 1.000,00 euro.

Finanziamenti

La misura del contributo è del 50 per cento della spesa ammissibile per le strutture ricettive alberghiere e del 40 per cento della spesa ammissibile per le restanti strutture ricettive turistiche, entro i seguenti limiti:

a) importo minimo della spesa ammissibile pari a 20.000,00 euro;

b) importo massimo della spesa ammissibile pari a 400.000,00 euro. La

misura del contributo è pari al 30 per cento della spesa ammissibile nel caso di microimprese e piccole imprese e del 20 per cento della spesa ammissibile per le medie imprese.

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivete all’indirizzo info@gruppopk.com

Sicurezza 04/05/2018 - CONTRIBUTI A FONDO PERSO ALLE IMPRESE ARTIGIANE PER CONSULENZE ESTERNE – LR 12/2002 ART 56
La Regione FVG ha stanziato contributi a fondo perso a tutte le micro, piccole, medie imprese ...

La Regione FVG ha stanziato contributi per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

A  tutte le micro imprese, le piccole e medie imprese, i consorzi e le società consortili, anche in forma cooperativa, iscritti all’Albo provinciale delle imprese artigiane (A.I.A.)

La scadenza

Le domande potranno essere presentate dalle imprese, tramite posta certificata Pec fino al 30 settembre 2018 al seguente indirizzo cataartigianatofvg@legalmail.it

Spese ammissibili

Sono ammissibili a contributo le seguenti spese:

iniziative concernenti l’acquisizione di consulenze finalizzate:

a) alla messa a punto di nuovi prodotti, processi produttivi o al miglioramento degli stessi, ivi compresa l’assistenza tecnico/manageriale

b) alla realizzazione di sistemi aziendali di assicurazione e gestione della qualità certificabili da organismi accreditati in base a normative nazionali o comunitarie

c) alla realizzazione di sistemi aziendali di gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro certificabili da organismi accreditati in base a normative nazionali o comunitarie

d) alla realizzazione di sistemi aziendali per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente o di valutazioni ambientali certificabili da organismi accreditati in base a normative nazionali o comunitarie

e) alla conformità dei prodotti a direttive comunitarie recepite in ambito nazionale

Lettera a): spese per consulenze esterne, riguardanti esclusivamente contenuti specialistici. La consulenza deve consentire un significativo apporto di tipo innovativo alle attività originali che l’impresa richiedente intende sviluppare

Lettere b), c) e d): spese per le consulenze esterne compresi l’addestramento degli addetti, le prove di laboratorio e l’ottenimento della certificazione a cura di società notificate o accreditate ai sensi della normativa nazionale e comunitaria

Lettera e): spese per le consulenze esterne, le prove di laboratorio o di tipo, finalizzate all’emissione della dichiarazione di conformità al modello che è stato oggetto dell’esame «CE» di tipo, rilasciato dall’organismo notificato o della dichiarazione di conformità ai requisiti essenziali rilasciata dal costruttore

Finanziamenti

L’intensità dell’aiuto è pari al 30% delle spese ammissibili ed è elevata al 40% qualora sussista una delle seguenti condizioni:

a) imprese artigiane appartenenti all’imprenditoria giovanile

b) imprese artigiane appartenenti all’imprenditoria femminile

c) imprese artigiane localizzate nelle aree di svantaggio socio economico

La spesa complessiva ammissibile deve rientrare nei seguenti limiti:

a) importo minimo pari a 3.000,00 euro

b) importo massimo pari a 24.000,00 euro.

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo info@gruppopk.com.

Sicurezza 18/04/2018 - BANDO POR FESR ASSE 2.3a4 CANAL DEL FERRO E VALCANALE
CONTRIBUTI REGIONALI ALLE PMI ...

La Regione FVG ha stanziato contributi pari a 1.100.000,00 euro per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

A  tutte le micro, piccole e medie imprese dell’area interna Canal del Ferro – Val Canale. L’area interna regionale è costituita dai Comuni di: Chiusaforte, Dogna, Malborghetto-Valbruna, Moggio Udinese, Pontebba, Resia, Resiutta, Tarvisio. Sono esclusi dal presente bando le imprese del commercio tabacco, della pesca e dell’acquacoltura e le imprese agricole.

La scadenza

Le domande potranno essere presentate dalle imprese accedendo alla piattaforma regionale Feg previa autenticazione, dalle ore 12 del 03/05/2018 fino alle ore 12 del 11/06/2018 con

possibilità di precompilazione della domanda dalle ore 12:00:00 del giorno 23 aprile 2018.

Spese ammissibili

Sono ammissibili i progetti di investimento  per:

L’aumento della competitività aziendale e/o della capacità produttiva, della redditività e dell'impatto ambientale delle imprese, mirano a:

 creare un nuovo stabilimento o ampliare la capacità di uno stabilimento esistente o diversificare la produzione e/o i servizi di uno stabilimento o comportare un cambiamento del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente.

Sono finanziabili in particolare:

a) macchinari ed attrezzature nuove di fabbrica, ricompresi quelli necessari all'attività gestionale dell'impresa,

escludendo quelli relativi all'attività di rappresentanza;

b) apparecchiature per la fornitura di servizi informatizzati e tecnologicamente avanzati;

c) attrezzature di controllo dei macchinari e degli impianti;

d) sistemi e macchinari gestiti da apparecchiature elettroniche, nonché apparecchiature elettroniche, finalizzati

alla riduzione dell’impatto ambientale o al miglior utilizzo delle risorse energetiche;

e) sistemi e macchinari gestiti da apparecchiature elettroniche, nonché apparecchiature elettroniche, finalizzati al

miglioramento delle condizioni di sicurezza dei lavoratori;

f) hardware e software per l’utilizzazione delle apparecchiature e dei sistemi suddetti non incorporati nelle

apparecchiature e nei sistemi stessi.

Finanziamenti

Il limite minimo di spesa ammissibile del progetto per domanda è pari a:

a) 20.000,00 euro (ventimila euro), nel caso in cui il richiedente è una microimpresa;

b) 30.000,00 euro (trentamila euro), nel caso in cui il richiedente è una piccola impresa od una media impresa.

2. Il limite massimo di contributo concedibile a ciascuna impresa è di 200.000,00 euro, ai sensi del regolamento (UE) n. 1407/2013. Il contributo è concesso nel limite del 80 % della spesa ammissibile. Gli aiuti possono essere cumulati con altri incentivi pubblici ed è previsto che un progetto possa ricevere sostegno da uno o più fondi Strutturali e di Investimento Europei.

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo info@gruppopk.com

Sicurezza 18/04/2018 - BANDO POR FESR ASSE 2.3B3 - DOLOMITI FRIULANE
CONTRIBUTI REGIONALI ALLE PMI ...

La Regione Fvg ha stanziato contributi pari a 200.000,00 euro per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

A  tutte le micro, piccole e medie imprese dell’area interna Domiti Friulane. Le aree oggetto dell’investimento sono costituite dai Comuni di:

Arba, Barcis, Cavasso Nuovo, Cimolais, Claut, Erto e Casso, Fanna,

Frisanco, Maniago, Meduno, Sequals, Tramonti di Sopra, Tramonti di Sotto, Vajont e Vivaro e comune di Andreis.

Sono esclusi dal presente bando le imprese del commercio tabacco, della pesca e dell’acquacoltura e le imprese agricole.

La scadenza

Le domande potranno essere presentate dalle imprese accedendo alla piattaforma regionale Feg previa autenticazione, dalle ore 12 del 02/05/2018 fino alle ore 12 del 21/06/2018 .

Spese ammissibili

Sono ammissibili i progetti di investimento  per: l’acquisto e l’installazione di hardware, apparati di networking, attrezzature, strumentazioni e dispositivi tecnologici e interattivi di comunicazione e per la fabbricazione digitale, nonché l’acquisto e l’installazione di

sistemi di sicurezza della connessione di rete;

b) l’acquisto di software e licenze, anche a canone periodico o a consumo limitatamente al periodo di durata del progetto;

c) l’acquisizione di tecnologie e servizi di cloud computing, registrazione di domini e di caselle di posta elettronica, limitatamente al periodo di durata del progetto;

d) l’acquisto di sistemi informatici e telematici di gestione aziendali e per applicazioni mobili, nonché tecnologie di connettività;

e) la costruzione di siti web della PMI od il potenziamento di siti web già esistenti riferiti alla PMI;

f) l’acquisizione di servizi di consulenza inerenti al progetto presentato, compresi i servizi di traduzione dei testi dei siti web, nel limite del 30 % della spesa ammessa di cui alle lettere a), b), c), d) ed e), forniti da imprese iscritte al Registro delle imprese, da liberi professionisti e da lavoratori autonomi in possesso di adeguata qualificazione ed esperienza professionale nello specifico campo di intervento.

Finanziamenti

Il progetto di investimento può essere concesso con regolamento de minimis 1407/2013.

 Il limite minimo di spesa ammissibile del progetto per domanda è pari a 10.000,00 euro. Il limite massimo di aiuto concedibile  per domanda è pari a € 200.000. Il contributo è concesso nel limite del 80 % della spesa ammissibile. Gli aiuti possono essere cumulati con altri incentivi pubblici.

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivete all’indirizzo info@gruppopk.com

Sicurezza 27/03/2018 - Bando POR FESR ASSE 2.1 A
la Regione Fvg ha stanziato contributi pari a 8.5 mln di euro per quanto di seguito evidenziato: ...

la Regione Fvg ha stanziato contributi  pari a 8.5 mln di euro per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

Ad aspiranti imprenditori e nuove imprese (micro piccole e medie) che abbiano sviluppato l’avvio di un’attività attraverso un’idea progettuale con businness plan.

La scadenza

Le domande potranno essere presentate dalle imprese accedendo alla piattaforma regionale Feg previa autenticazione, dalle ore 10 del 19/04/2018 fino alle ore 12 del 21/12/2018.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese sostenute e pagate nel periodo compreso tra il 14/12/2017 e i 12 mesi successivi alla concessione del contributo e relative a:

·        acquisizione di beni nuovi di fabbrica, spese di costituzione (prestazioni notarili e commercialista);

·        spese per consulenze specialistiche finalizzate all’avvio dell’impresa (non per ordinaria amministrazione)

·        spese di primo impianto per adeguamento o ristrutturazione dei locali adibiti all’attività di impresa

·        realizzazione o ampliamento del sito internet

·        spese per operazioni di credito effettuate ai fini dell’ottenimento di  finanziamenti destinati all’attività d’impresa

·        spese per investimenti relativamente all’acquisto e installazione di beni funzionali (impianti specifici, arredi, macchinari ed attrezzature, hardware e software, brevetti, certificazione di qualità, automezzi destinati al trasporto di cose e mezzi di trasporto di persone per l’attività dell’impresa)

·        spese pubblicità, organizzazione eventi per attività promozionali

Finanziamenti

Il contributo verrà concesso in regime “de minimis” e l’importo massimo del contributo non sarà superiore a € 100.000 fino ad un massimo del 60% della spesa ritenuta ammissibile. Il contributo concesso dal presente bando non è cumulabile con altre misure di aiuti di stato e finanziamenti europei.

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo info@gruppopk.com

Sicurezza 16/03/2018 - VOUCHER DIGITALI INDUSTRIA 4.0
La Camera di Commercio Udine ha stanziato contributi ...

La Camera di Commercio Udine ha stanziato contributi per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

A tutte le PMI della provincia di Udine.

La scadenza

Le domande possono essere inviate utilizzando la modulistica rilasciata dalla Camera di Commercio a partire dalle 9.00 del 7/03/2018  fino al 06/04/2018.

Le imprese interessate presentano una domanda di contributo in bollo per ciascuna iniziativa.

Spese ammissibili

Sono ammissibili a contributo le spese sostenute per l’acquisizione di servizi di formazione e consulenza finalizzati all’introduzione di tecnologie di innovazione digitale I 4.0 (es. sistemi di e - commerce, sistemi di Edi, geolocalizzazione, sistemi informativi e gestionali quali ERP, MES, CRM,PLM, SCM, sistemi di tracking, barcode).

Le spese devono essere sostenute fatturate e pagate dopo la presentazione della domanda di contributo.

Finanziamenti

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 70% sulle spese sostenute con l’impiego di due Voucher:

·        Voucher A dell’importo di € 5.000,00 a fronte di una spesa minima  da parte dell’impresa di € 7.142,86 iva esclusa

·         Voucher B dell’importo di € 10.000,00 a fronte di una spesa minima da parte dell’impresa di € 14.285,72 iva esclusa.

Il contributo concesso non è cumulabile con altri interventi agevolativi ottenuti per le stesse iniziative e medesime spese su contributi regionali, nazionali o comunitari.

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo info@gruppopk.com

Sicurezza 31/01/2018 - Voucher camerale per internazionalizzazione delle pmi
la Camera di Commercio Udine ha stanziato contributi per quanto di seguito evidenziato: ...

Spett. Cliente,

la Camera di Commercio Udine ha stanziato contributi per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

A tutte le PMI della provincia di Udine.

La scadenza

Le domande possono essere inviate utilizzando la modulistica rilasciata dalla Camera di Commercio a partire dalle 9.00 del 02/01/2018  fino al 15/11/2018.

Dovrà essere presentata una domanda per ogni iniziativa a cui parteciperà l’impresa richiedente.

Spese ammissibili

Sono ammissibili a contributo le spese sostenute per la partecipazione ad una o più iniziative sui mercati esteri e rientrano tra queste:

·        Missioni economiche/imprenditoriali all’estero e in Italia;

·        Partecipazioni a fiere all’estero e in Italia;

·        Partecipazioni ad esposizioni, anche a carattere temporaneo, all’estero o in Italia;

·        Partecipazioni a workshop o visite studio collettive a fiere, esposizioni, eventi di rilievo internazionali, territori esteri tipo cluster

Finanziamenti

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari al 50% sulle spese sostenute con l’impiego di due Voucher: Voucher A dell’importo di € 2.500,00 a fronte di una spesa minima  da parte dell’impresa di € 5.000,00 iva esclusa e Voucher B dell’importo di € 1.000,00 a fronte di una spesa minima da parte dell’impresa di € 2.000,00 iva esclusa.

L’importo della spesa ammessa a contributo deve essere almeno pari ad € 2.000,00 imposte estere e Iva escluse.

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo info@gruppopk.com

Sicurezza 29/01/2018 - Contributi regionali alle aziende per rimozione e smaltimento amianto
la Regione Fvg ha stanziato contributi per quanto di seguito evidenziato ...

la Regione Fvg ha stanziato contributi per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

A tutte le MPMI  e grandi imprese del Friuli Venezia Giulia.

La scadenza

La domanda di contributo è presentata al Servizio disciplina gestione rifiuti e siti inquinati della Direzione centrale ambiente ed energia, dall’1 al 28 febbraio di ogni anno utilizzando esclusivamente il modello allegato al regolamento regionale.

Spese ammissibili

Sono ammissibili a contributo le seguenti spese da sostenere successivamente alla presentazione della domanda:

a)  spese necessarie alla rimozione, al trasporto e allo smaltimento dei materiali contenenti amianto, ivi comprese quelle inerenti l’approntamento delle condizioni di lavoro in sicurezza

b)  spese relative ad analisi di laboratorio

c)  le spese per la redazione del piano di lavoro di cui all’articolo 256 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81

d)  le spese connesse all’attività di certificazione di cui all’articolo 41 bis della legge regionale 20 marzo 2000 n. 7 per l’importo massimo di 500,00 euro

Finanziamenti

a) per le micro-imprese, 50% della spesa riconosciuta ammissibile, massimo 15.000 euro

b) per le piccole e medie imprese, 40% della spesa riconosciuta ammissibile, massimo 30.000 euro

c)  per le grandi imprese, 30% della spesa riconosciuta ammissibile, massimo 40.000 euro

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo info@gruppopk.com

Referente : Federica Valent

Sicurezza 15/01/2018 - BANDO POR FESR ASSE 2.3.B - Contributi regionali alle PMI
la Regione Fvg ha stanziato contributi per quanto di seguito evidenziato: ...

Spett. Cliente,

la Regione Fvg ha stanziato contributi per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

A  tutte le Pmi e liberi professionisti identificati dai codici Ateco Istat 2007 elencati a Bando. Sono esclusi dal presente bando le imprese del commercio tabacco, della pesca e dell’acquacoltura.

La scadenza

Le domande potranno essere presentate dalle imprese accedendo alla piattaforma regionale Feg previa autenticazione, dalle ore 10 del 27/03/2018 fino alle ore 16 del 16/05/2018 presentando la domanda alla CCIA competente per territorio nel quale è stabilita la sede legale dell’azienda richiedente.

Spese ammissibili

Sono ammissibili i progetti di investimento  in tecnologie dell’informazione e della comunicazione volti alla realizzazione di soluzioni tecnologiche innovative quali ERP/MRP, sistemi di gestione documentali, sistemi CRM, soluzioni ed applicazioni digitali che consentano uno scambio di informazioni tra macchine e oggetti; progetti di investimento volti al miglioramento dei processi aziendali e all’accrescimento della capacità di penetrare in nuovi mercati. Non sono finanziabili attività di mera sostituzione.

Sono ammesse a progetto le spese di acquisto e installazione di hardware, apparati di networking, tecnologie wi-fi, acquisto o installazione di sistemi di sicurezza della connessione di rete. Acquisto di software o licenze a canone periodico limitatamente alla durata del progetto. Servizi di consulenza per lo sviluppo di sistemi informatici.

Finanziamenti

Il progetto di investimento può essere concesso con regolamento Ue 651/2014 oppure con regolamento de minimis 1407/2013.

Nel primo caso l’intensità di aiuto varia dal 10 al 20% in relazione alle dimensioni aziendali: micro e piccole imprese 20%; Medie imprese il 10 %.

Con regolamento de minimis, il contributo concesso è pari al 50% della spesa ammissibile.

Il limite minimo di spesa per domanda è:

·        3.000 euro per la micro impresa;

·        6.000 euro per la piccola impresa;

·        9.000 euro per la media impresa

Il limite massimo di aiuto concedibile  per domanda è pari a € 200.000.

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo info@gruppopk.com

Sicurezza 15/01/2018 - BANDO POR FESR ASSE 2.3A - Contributi regionali alle PMI
la Regione Fvg ha stanziato contributi per quanto di seguito evidenziato: ...

Spett. Cliente,

la Regione Fvg ha stanziato contributi per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

A  tutte le Pmi e liberi professionisti identificati dai codici Ateco Istat 2007 elencati a Bando. Sono esclusi dal presente bando le imprese del commercio tabacco della pesca e dell’acquacoltura.

La scadenza

Le domande potranno essere presentate dalle imprese accedendo alla piattaforma regionale Feg previa autenticazione, dalle ore 10 del 01/02/2018 fino alle ore 16 del 23/04/2018 presentando la domanda alla CCIA competente per territorio nel quale è stabilita la sede legale dell’azienda richiedente.

Spese ammissibili

Sono ammissibili i progetti di investimento in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale attraverso l’ampliamento della capacità produttiva di uno stabilimento esistente, o nella diversificazione della produzione di uno stabilimento per ottenere beni e servizi mai realizzati precedentemente. Nel cambiamento fondamentale del processo produttivo. Non sono finanziabili attività di mera sostituzione.

Finanziamenti

 Il progetto di investimento può essere concesso con regolamento Ue 651/2014 oppure con regolamento de minimis 1407/2013.

Nel primo caso l’intensità di aiuto varia dal 10 al 30% in relazione alle dimensioni aziendali: micro e piccole imprese 30%; Medie imprese tra il 10 ed il 20%.

Con regolamento de minimis, il contributo concesso è pari al 40% della spesa ammissibile.

Il limite minimo di spesa per domanda è:

·        25.000 euro per la micro impresa;

·        37.500 euro per la piccola impresa;

·        50.000 euro per la media impresa

Il limite massimo di aiuto concedibile  per domanda è pari a € 500.000.

Se il contributo è concesso in regime de minimis, il limite massimo di contributo è pari a € 200.000.

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo info@gruppopk.com

Restando a Vs. disposizione per ulteriori chiarimenti e delucidazioni, porgiamo cordiali saluti.

Sicurezza 10/01/2018 - Contributi per realizzazione di progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro – Bando ISI INAIL 2017
l’Inail con determina del 20 dicembre 2017 ha pubblicato l’avviso relativamente al bando Inail 2017 ...

Spett. Cliente,

l’Inail con determina del 20 dicembre 2017 ha pubblicato l’avviso relativamente al bando Inail 2017

A chi si rivolge

A  tutte Imprese che intendono realizzare progetti in azienda per i miglioramenti dei livelli di salute e sicurezza. Alle piccole e medie imprese operanti nel settore dell’agricoltura ed a quelle con codice Ateco 2007 C16 – C23.2- C23.3 – C23.4

La scadenza

Le domande potranno essere presentate dalle imprese accedendo alla piattaforma Inail con le credenziali di accesso, dal 19 aprile 2018 e fino alle 18.00 del 31 maggio 2018 per la verifica del raggiungimento della soglia di ammissibilità ed il salvataggio della domanda.

Dal 7 giugno le imprese che hanno superato la soglia di ammissibilità, potranno accedere al portale Inail per scaricare il codice identificativo ed in seguito effettuare il click day.

Spese ammissibili

Sono ammissibili i progetti di investimento, progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi, bonifica amianto, progetti per micro e piccole imprese operanti in settori specifici e progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola.

Finanziamenti

 Sulle spese per i progetti di investimento, modelli organizzativi e amianto il finanziamento in conto capitale del 65% per un massimo di € 130.000 ed un minimo di € 5.000,00. Per gli investimenti delle micro e piccole imprese operanti in settori specifici identificati con codici Ateco, il finanziamento in conto capitale del 65% con un importo massimo erogabile  pari a € 50.000 ed uno minimo pari a € 2000,00.

Per le micro e piccole imprese operanti nel settore dell’agricoltura il contributo è del 40%; per le imprese agricole  e per i giovani agricoltori del 50% per un finanziamento massimo erogabile pari a € 60.000,00 ed un minimo di € 1.000,00.

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo info@gruppopk.com