Onemore facilita l’imprenditore nella realizzazione della propria idea di impresa, rispondendo alle richieste del mercato per ottimizzare le performance aziendali attraverso sistemi di gestione personalizzati, consulenza organizzativa e di direzione.
Vai al sito
Pratika Growup è una struttura integrata e completa, in grado di supportare le aziende nella gestione dei rischi aziendali. Opera su tutto il territorio nazionale con sede principale in Friuli Venezia Giulia ed è composta da Pratika, OneMore e Consorzio ZeroCento
Vai al sito
Pratika propone alle imprese un sistema integrato di servizi e consulenza per la tutela dal rischio a ogni livello, in ambito sicurezza, ambiente e igiene. Un professionista unico per gestire e assolvere gli obblighi di legge.
Vai al sito

Circolari

Sicurezza 28/10/2019 - BANDO REGIONALE PER L’ATTUAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI PROMOZIONE ALL'ESTERO
Comunicazione n. 21/2019 - Referente: Valent Federica ...

La Regione Fvg ha stanziato contributi per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

Alle PMI attive con sede legale o unità operativa nel territorio regionale dove svolgono attività industriali o di servizio.

La scadenza

A partire dalle ore 9.15 del giorno 19 dicembre 2019 e sino alle ore 16.30 del giorno 31 gennaio 2020

Spese ammissibili

Nell'ambito dei programmi sono ammissibili le seguenti iniziative:

partecipazione

a) fiere e mostre all’estero;

b) promozione relativa alla partecipazione agli eventi

c) consulenze e studi di mercato

d) altre attività di promozione all’estero.

Contributi

L'intensità massima dell'incentivo è pari al 50 per cento della spesa ammissibile. L'ammontare massimo dell'incentivo concedibile per domanda è pari a 150.000,00 euro. Il limite minimo di spesa ammissibile per domanda è pari a 10.000,00 euro.

Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda.

Le iniziative sono avviate a partire dal giorno successivo alla presentazione della domanda.


Per ulteriori informazioni:

Chiamare al numero 0432.807545

Scrivere all’indirizzo zerocento@gruppopk.com

Sicurezza 23/10/2019 - BANDO VOUCHER PER STRATEGIE DI COMUNICAZIONE E MARKETING DIGITALE
Comunicazione n. 20/2019 - Referente: Federica Valent ...

A chi si rivolge

Alle PMI che rientrano nella definizione di Micro, Piccola o Media impresa, con sede e/o unità locale destinataria dell’investimento nelle province di Pordenone e di Udine.

La scadenza

La domanda dovrà essere presentata dal 15/10/2019 ed entro il 16/12/2019.

Spese ammissibili

Sono ammissibili a finanziamento esclusivamente le seguenti spese:

 a) le spese sostenute per l’acquisizione di servizi di consulenza strategica in materia di utilizzo di strumenti e canali digitali per la comunicazione e il marketing digitale;

b) le spese sostenute per l’acquisto di dispositivi connesse ad un preciso progetto di strategia di comunicazione e marketing digitale.

Contributo

Contributo a fondo perduto.


Per ulteriori informazioni:

Chiamare al numero 0432.807545

Scrivere all’indirizzo info@consorziozerocento.com


Sicurezza 21/10/2019 - CONTRIBUTI PER ACQUISIZIONE/MANTENIMENTO ATTESTAZIONI DI QUALIFICAZIONE PER ESECUTORI DI LAVORI PUBBLICI E DI ACQUISIZIONE DI CERTIFICAZIONI DELLE PMI
Comunicazione n. 18/2019 - Referente: Federica Valent ...

A chi si rivolge

Alle imprese, cooperative e consorzi che rientrino nella definizione di MPMI con sede nella provincia di Udine e Pordenone

La scadenza

Le domande possono essere presentate a mezzo PEC a partire dalle ore 8.00 del 15/10/2019 e entro il 16/12/2019.

Spese ammissibili

Sono finanziabili le iniziative concernenti l’acquisizione della qualificazione per gli esecutori di lavori pubblici e i successivi rinnovi.

Le iniziative concernenti l’acquisizione di consulenze e la relativa PRIMA certificazione, con l’esclusione degli interventi successivi di verifica periodica per l’acquisizione di certificazioni di sistema quali ad esempio

a) la realizzazione di sistemi aziendali di assicurazione e gestione della qualità certificabili da organismi accreditati in base a normative nazionali o comunitarie;

b) la realizzazione di sistemi aziendali di gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro certificabili da organismi accreditati in base a normative nazionali o comunitarie;

c) la realizzazione di sistemi aziendali di sistemi di gestione per la sicurezza stradale certificabili da organismi accreditati in base a normative nazionali o comunitarie;

d) la realizzazione di sistemi aziendali per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente o di valutazioni ambientali, certificabili da organismi accreditati in base a normative nazionali o comunitarie;

e) la realizzazione di sistemi aziendali di gestione della sicurezza delle informazioni dell’organizzazione aziendale, certificabili da organismi accreditati in base a normative nazionali o comunitarie;

 f) la realizzazione di sistemi aziendali il sistema di gestione dell’energia, certificabili da organismi accreditati in base a normative nazionali o comunitarie;

g) la realizzazione di altri sistemi aziendali certificabili da organismi accreditati in base a normative nazionali o comunitarie;

Le iniziative concernenti l’acquisizione di consulenze e la relativa PRIMA certificazione, con l’esclusione degli interventi successivi di verifica periodica/rinnovo per:

a) la conformità dei prodotti a direttive comunitarie recepite in ambito nazionale.

Finanziamenti

Contributo a fondo perduto, in conto capitale sulle spese sostenute e ritenute ammissibili per gli investimenti nella percentuale massima del 50% Saranno esclusi i progetti con spesa ammissibile inferiore a € 4.000,00.

L’importo della spesa ammessa a contributo deve essere almeno pari ad Euro 4.000,00. Il contributo concedibile non potrà, in ogni caso, superare l’importo totale di € 5.000,00. Il contributo concesso con il presente bando non è cumulabile con altri interventi agevolativi ottenuti per le medesime spese.


Per ulteriori informazioni:

Chiamare al numero 0432.807545

Scrivere all’indirizzo info@consorziozerocento.com

Sicurezza 14/10/2019 - CONTRIBUTI REGIONALI - VOUCHER PER ACQUISIZIONE SERVIZI PER L’INNOVAZIONE
CONTRIBUTI REGIONALI - VOUCHER PER ACQUISIZIONE SERVIZI PER L’INNOVAZIONE ...


A chi si rivolge

Possono presentare domanda e beneficiare degli aiuti le piccole e medie imprese (PMI), che svolgono attività economica compresa nelle Sezioni da C a U della Classificazione delle attività economiche ATECO 2007.

La scadenza

La domanda può essere presentata a mezzo PEC dalle ore 9.00 di lunedì 18 novembre 2019 e sino alle ore 16.30 di mercoledì 18 dicembre 2019.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti spese:

a) spese per l'ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali;

b) spese per l’acquisizione di servizi di consulenza e di sostegno all’ innovazione ovvero fornitura di ricerche di mercato, studi, laboratori, sistemi di etichettatura della qualità, test e certificazione e spese per consulenza, assistenza e formazione in materia di trasferimento delle conoscenze, acquisizione, protezione e sfruttamento di attivi immateriali.

Finanziamenti

L’intensità massima dell’incentivo è pari al 50 per cento della spesa ammissibile.
Il limite massimo dell’incentivo concedibile per ciascuna domanda è pari a 20.000 euro.
Il limite minimo di spesa ammissibile è pari a 5.000 euro.

Gli incentivi possono essere cumulati con altri aiuti pubblici nel rispetto di quanto previsto dall’articolo 8 del regolamento (UE) n. 651/2014;

Il progetto per l’innovazione è avviato a partire dal giorno successivo alla presentazione della domanda.


Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivere all'indirizzo info@consorziozerocento.com

Sicurezza 03/10/2019 - È obbligatorio consegnare ai dipendenti gli attestati di formazione?
Spesso ci vengono poste domande circa l’obbligo vostro e nostro di rilasciare gli attestati di formazione ad ex dipendenti. Ecco quindi un breve punto della questione, per cercare di appianare i dubbi. ...


Spesso ci vengono poste domande circa l’obbligo vostro e nostro di rilasciare gli attestati di formazione ad ex dipendenti. Ecco quindi un breve punto della questione, per cercare di appianare i dubbi.


A chi si rivolge

Al Datore di Lavoro

Premessa

Risulta necessario premettere che né il d.lgs. 81/2008 (Testo Unico per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro) né l’accordo Stato-Regioni sulla formazione si pronunciano in maniera esplicita sul diritto del lavoratore a ottenere copia dell’attestato di formazione.

L’Accordo Stato Regioni dice che…

La normativa in materia però qualcosa lascia intendere: l’Accordo Stato Regioni del 21/12/2001, oltre a statuire che la formazione generale sia un credito formativo permanente, prevede che qualora un lavoratore costituisca un rapporto di lavoro nello stesso settore produttivo precedente, anche la formazione specifica fatta resti valida. Ciò premesso, queste prescrizioni cadrebbero nel vuoto se il datore di lavoro potesse rifiutarsi di consegnare gli attestati di frequenza, in quanto il “nuovo” datore di lavoro non potrebbe dimostrare la formazione precedente.

Il Regolamento Europeo sul Trattamento dati personali dice che…

Su tale argomento però il panorama legislativo deve allargarsi e deve prendere a riferimento anche altri settori dell’ordinamento giuridico. In tal senso, una normativa che invece dà risposte molto più chiare e inequivocabili sul tema è quella in materia di dati personali. Già nel lontano 2000 il Garante privacy italiano si era pronunciato sul tema, esplicitando che l’ex dipendente ha diritto di ottenere l’attestato dei corsi frequentati. A questa ormai risalente pronuncia dell’Autorità Garante, oggi si affianca anche la normativa europea nel momento in cui statuisce, tra i diritti dell’interessato [in questo caso, il dipendente] quello di ottenere dal Titolare del trattamento [l’Azienda] l’accesso ai dati personali che lo riguardano, compresa copia di essi.

Conclusioni

Il dipendente, o l’ex dipendente, può quindi inoltrare richiesta al Datore di lavoro di ricevere gli attestati conseguiti, e – se non in base alla normativa sulla sicurezza sul lavoro – almeno a norma di quanto previsto dal Regolamento generale sulla protezione dati personali (GDPR), l’Azienda è obbligata a rilasciarli, peraltro entro 30 giorni dal recepimento di tale istanza.

E noi?

E noi quali vostri consulenti? Siamo disponibili come sempre a darvi supporto, ma dobbiamo chiedere preventivamente la vostra autorizzazione per rilasciare direttamente la documentazione al dipendente (o ex dipendente).


Per ulteriori informazioni:

Chiamare al numero 0432.807545 

Scrivere all’indirizzo federico.lui@gruppopk.com ilaria.galante@gruppopk.com

Sicurezza 08/08/2019 - Voucher Innovation Manager
L’agevolazione è rivolta alle PMI e reti di impresa di tutto il territorio Nazionale ...

A chi si rivolge

L’agevolazione è rivolta alle PMI e reti di impresa di tutto il territorio Nazionale

La scadenza

A partire dalle ore 10.00 del 27 settembre sino alle ore 17.00 del 25 ottobre sarà possibile presentare istanza di iscrizione tramite la procedura informatica accessibile nella sezione “voucher per consulenza in innovazione” dal sito del Ministero dello sviluppo economico.

Attività finanziabili

Si considerano ammissibili al contributo le spese sostenute a fronte di prestazioni di consulenza specialistica rese da un manager dell’innovazione qualificato, indipendente e inserito temporaneamente, con un contratto di consulenza di durata non inferiore a nove mesi, nella struttura organizzativa dell’impresa o della rete. Per manager dell’innovazione qualificato e indipendente si intende un manager iscritto nell’apposito elenco costituito dal Ministero dello sviluppo economico oppure indicato, a parità di requisiti personali e professionali, da una società iscritta nello stesso elenco e che risulti indipendente rispetto all’impresa o alla rete che fruisce della consulenza specialistica.

La consulenza deve essere finalizzata a indirizzare e supportare i processi di innovazione, trasformazione tecnologica e digitale delle imprese e delle reti attraverso l’applicazione di una o più delle tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0 .

Gli incarichi manageriali possono inoltre indirizzare e supportare i processi di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali, attraverso l’applicazione di nuovi metodi organizzativi nelle pratiche commerciali, nelle strategie di gestione aziendale, nell’organizzazione del luogo di lavoro, a condizione che comportino un significativo processo di innovazione organizzativa dell’impresa.

Incentivi

L’agevolazione è costituita da un contributo in forma di voucher concedibile in regime “de minimis”:

Il contributo massimo concedibile è differenziato in funzione della tipologia di beneficiario:

  • Micro e piccole: contributo pari al 50% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 40 mila euro
  • Medie imprese: contributo pari al 30% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 25 mila euro
  • Reti di imprese: contributo pari al 50% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 80 mila 

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo info@gruppopk.com

Sicurezza 16/04/2019 - CONTRIBUTI ALLE AZIENDE ARTIGIANE
Referente: Federica Valent ...



Spettabile Cliente,

La Regione FVG ha riaperto i termini per la presentazione delle domande di contributo al Cata Artigianato, stanziando risorse complessive per la regione pari a € 1.700.000 :

A chi si rivolge

Alle imprese artigiane del Friuli Venezia Giulia

Scadenza

Presentazione delle domande: dalle ore 9.15 del 18/04/2019 alle ore 16.30 del 30/09/2019

Attività finanziabili

Contributi per i seguenti canali :

  • incentivi alle imprese di nuova costituzione di cui all'articolo 42 bis L.R. 12/2002;
  • finanziamenti a favore dell'artigianato artistico, tradizionale e dell'abbigliamento su misura di cui all'articolo 54 LR. 12/2002;
  • finanziamenti per sostenere l'adeguamento di strutture e impianti di cui all'articolo 55 L.R. 12/2002;
  • contributi per l’ammodernamento tecnologico di cui all’articolo 55 bis L.R. 12/2002;
  • incentivi per la partecipazione a mostre, fiere, esposizioni e manifestazioni commerciali nazionali ed estere, di cui all'articolo 56, comma 1, lettera c) L.R. 12/2002;
  • contributi alle imprese artigiane di piccolissime dimensioni (max 10 dipendenti)  di cui all'articolo 60 bis L.R. 12/2002;
  • incentivi a favore della successione nell’impresa di cui all’articolo 62 della legge regionale 12/2002;

Incentivi

La dotazione finanziaria stanziata è stata suddivisa per ogni canale contributivo


Per ulteriori informazioni:

Chiamare al numero 0432.807545 

Scrivere all’indirizzo marketing@gruppopk.com



Sicurezza 18/02/2019 - VOUCHER INTERNAZIONALIZZAZIONE PMI CAMERA DI COMMERCIO UDINE - PORDENONE
La CCIA di Udine e Pordenone, prevede l’erogazione di contributi per le Pmi , le cooperative e i consorzi delle provincia di Udine e Pordenone ...

La CCIA di Udine e Pordenone, prevede l’erogazione di contributi per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

  Alle Pmi , cooperative e consorzi delle provincia di Udine e Pordenone

La scadenza

Presentazione delle domande: dal 18/02/2019 al 30/11/ 2019

Attività finanziabili

Il voucher supporta il costo di una o più delle seguenti iniziative, organizzate dalla CCIAA di Pordenone - Udine e/o dalle sue Aziende Speciali/Società In House.

1.  Missioni economiche/imprenditoriali all’estero ed in Italia

2.  Partecipazioni a fiere all’estero e in Italia

3.  Partecipazioni ad esposizioni, all’estero ed in Italia

4.  Partecipazioni a workshop o visite studio collettive a fiere, esposizione all’estero e in Italia.

Incentivi

Il contributo è a fondo perduto per le spese sostenute nella percentuale massima del 50%  suddivisa in tre Voucher:

·        Voucher A di importo di € 4.000,00 a fronte di una spesa minima da parte dell’Impresa di € 8.000,00;

  • Voucher B di importo di € 2.500,00 a fronte di una spesa minima da parte dell’Impresa di € 5.000,00;
  • Voucher C di importo di € 1.000,00 a fronte di una spesa minima da parte dell’Impresa di € 2.000,00;

Il contributo concesso non è cumulabile con altri interventi agevolazioni ottenute per la stessa agevolazione.

Per ulteriori informazioni contattare lo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo :  info@gruppopk.com

Sicurezza 24/01/2019 - Incentivi per la Trasformazione di Rapporti di Lavoro ad Elevato Rischio di Precarizzazione
La Regione Friuli-Venezia Giulia, prevede l’erogazione di contributi per la trasformazione di rapporti di lavoro ad elevato rischio di precarizzazione ...

La Regione Friuli-Venezia Giulia, prevede l’erogazione di contributi per la trasformazione di rapporti di lavoro ad elevato rischio di precarizzazione

A chi si rivolge

Imprese e loro consorzi, associazioni, fondazioni e soggetti esercenti le libere professioni in forma individuale, associata o societaria;

Cooperative e loro consorzi.

La scadenza

Le istanze per la concessione degli incentivi di cui al presente regolamento possono essere presentate entro le ore 12.00 del 31 Agosto 2019. Valutazione a sportello fino ad esaurimento fondi

Attività finanziabili

Il bando prevede l’erogazione di contributi per la trasformazione di rapporti di lavoro ad elevato rischio di precarizzazione in rapporti di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

I soggetti che hanno una condizione occupazionale precaria sono le donne e gli uomini, indipendentemente dall’età anagrafica, che nei 5 anni precedenti alla trasformazione del rapporto di lavoro abbiano prestato la loro opera, anche a favore di diversi datori di lavoro, per un periodo complessivamente non inferiore a 12 mesi.

Incentivi

Per ciascuna trasformazione di rapporti di lavoro ad elevato rischio di precarizzazione in rapporti a tempo indeterminato l’ammontare dell’incentivo è pari a 7.000,00 Euro.

Per ulteriori informazioni contattare lo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo:  info@gruppopk.com

Sicurezza 24/01/2019 - Incentivi per l’Assunzione con Contratti a Tempo Indeterminato e l’Inserimento in qualità di Soci
La Regione Friuli-Venezia Giulia, prevede l’erogazione di contributi per le assunzioni con contratti di lavoro a tempo indeterminato ...

La Regione Friuli-Venezia Giulia, prevede l’erogazione di contributi per le assunzioni con contratti di lavoro  a tempo indeterminato per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

Imprese (anche artigiane) e loro consorzi, associazioni, fondazioni e soggetti esercenti le libere professioni in forma individuale, associata o societaria; Cooperative e loro consorzi.

La scadenza

Le istanze per la concessione degli incentivi di cui al presente regolamento possono essere presentate entro le ore 12.00 del 31 Agosto 2019. Valutazione a sportello fino ad esaurimento fondi

Attività finanziabili

Il bando prevede l’erogazione di contributi per le assunzioni con contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato di:

• Donne disoccupate;

• Soggetti in condizione di svantaggio occupazionale: ai fini del presente regolamento sono tali donne e uomini disoccupati che hanno compiuto il 60° anno di età;

• Soggetti che hanno perso la propria occupazione a seguito di una situazione di grave difficoltà occupazionale

• Soggetti a rischio di disoccupazione a seguito di una situazione di grave difficoltà occupazionale

Incentivi

Il bando prevede l’erogazione di contributi per le assunzioni con contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato, anche parziale non inferiore al 70%. Per ciascuna assunzione a tempo indeterminato o inserimento l’incentivo è pari a Euro 7.000,00.

Per ulteriori informazioni contattare lo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo:  info@gruppopk.com

Sicurezza 24/01/2019 - Incentivi per l’Assunzione con Contratto a Tempo Determinato
La Regione Friuli-Venezia Giulia, prevede l’erogazione di contributi per le assunzioni con contratti di lavoro subordinato a tempo determinato ...

La Regione Friuli-Venezia Giulia, prevede l’erogazione di contributi per le assunzioni con contratti di lavoro subordinato a tempo determinato;

A chi si rivolge

Imprese e loro consorzi, associazioni, fondazioni e soggetti esercenti le libere professioni in forma individuale, associata o societaria;

Cooperative e loro consorzi.

La scadenza

Le istanze per la concessione degli incentivi di cui al presente regolamento possono essere presentate entro le ore 12.00 del 31 Agosto 2019. Valutazione a sportello fino ad esaurimento fondi

Attività finanziabili

Il bando prevede l’erogazione di contributi per le assunzioni con contratti di lavoro subordinato a tempo determinato, anche parziale non inferiore al 70%, di durata non inferiore a 8 mesi, di soggetti in condizione di svantaggio occupazionale (donne e uomini disoccupati che hanno compiuto il 60° anno di età).

Incentivi

Per ciascuna assunzione a tempo determinato, di durata non inferiore a otto mesi, l’ammontare dell’incentivo è pari a 2.000,00 Euro.

Per ulteriori informazioni contattare lo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo:  info@gruppopk.com

Sicurezza 23/01/2019 - CONTRIBUTI REGIONALI PER RIMOZIONE E SMALTIMENTO AMIANTO L.R. 29/2016 ART 4
La Regione Friuli-Venezia Giulia prevede l’erogazione di contributi relativi alla rimozione e smaltimento dell’amianto ...

La Regione Friuli-Venezia Giulia, prevede l’erogazione di contributi per quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

  Micro, piccole  medie imprese e le grandi imprese.

La scadenza

Presentazione delle domande: dal 1° al 28 febbraio 2019

Attività finanziabili

Sono agevolabili gli interventi, da realizzare successivamente alla presentazione della domanda, relativi alla rimozione e smaltimento dell’amianto da edifici sedi di imprese, intendendosi con questo

termine anche le imprese non proprietarie dell’immobile in cui sono insediate e sul quale viene eseguito l’intervento.

 Sono ammesse a contributo le spese:

- necessarie alla rimozione, al trasporto e allo smaltimento dei materiali contenenti amianto, ivi comprese quelle inerenti l’approntamento delle condizioni di lavoro in sicurezza;

- relative ad analisi di laboratorio;

- per la redazione del piano di lavoro di cui all’art. 256 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.

Sono ammesse anche le spese connesse all’attività di certificazione per l’importo massimo di 500 euro.

Non sono ammissibili le spese relative alla sostituzione del materiale rimosso e a interventi di incapsulamento o confinamento dei materiali con presenza di amianto.

Incentivi

Il contributo è concesso secondo il regime “de minimis” nelle seguenti misure:

a) micro-imprese: 50% della spesa ammessa nel limite massimo di 15.000 euro;

b) per le piccole e medie imprese, 40% della spesa ammessa nel limite massimo di 30.000 euro;

c) per le grandi imprese, 30% della spesa ammessa nel limite massimo di 40.000 euro.

Per ulteriori informazioni contattare lo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo : info@gruppopk.com

Sicurezza 22/01/2019 - CONTRIBUTO REGIONALE PER LA COSTITUZIONE DI IMPRESE CREATIVE TURISTICHE E CULTURALI BANDO POR FESR ASSE 2.1B1
BANDO POR FESR ASSE 2.1B1 ...

La Regione Friuli-Venezia Giulia, con il presente Bando, intende promuovere quanto di seguito evidenziato:

A chi si rivolge

A TUTTE le imprese culturali e creative, nonché le imprese turistiche finalizzate alla realizzazione di progetti di creazione o di sviluppo di una nuova impresa. Gli aspiranti imprenditori, quali persone fisiche, singolarmente ovvero raggruppate in Team di progetto;

soggetti di diritto privato, diversi dalle persone fisiche, senza finalità di lucro; Le MPMI culturali e creative regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese o al REA presso la CCIAA competente da meno di 36 mesi alla data del 23 marzo 2018;

Le MPMI turistiche regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese presso la CCIAA competente per il territorio da meno di 36 mesi alla data del 23 marzo 2018.

La scadenza

Le domande potranno essere presentate dalle ore 10.00 del 15 Gennaio 2019 alle ore 16.00 del 15 Maggio 2019.

Spese ammissibili

Il contributo prevede le spese sostenute per:

· Assistenza manageriale volta a definire e validare/implementare il piano di  impresa;

· Assistenza tecnica volta a definire ed implementare il progetto di innovazione;

· Supporto alla ricerca di fonti di finanziamento dell'innovazione;

· Incubazione fisica;

· Acquisizione di strumenti e attrezzature:

· Acquisizione di servizi di consulenza

· Acquisizione di prestazioni e lavorazioni

· Acquisizione di beni immateriali

Non sono ammessi a finanziamento:

Operazioni di lease-back;

L’acquisizione di consulenze continuative connesse all’attività ordinaria dell’impresa, non strettamente funzionali alla realizzazione dell’Operazione;

Consulenze finalizzate alla redazione, alla predisposizione ed all’aggiornamento di manuali d’uso e manuali utente;

L’acquisizione di certificazioni di qualità;

L’acquisizione di garanzie fornite da istituti bancari, assicurativi o finanziari.

L’acquisto della proprietà o di diritti reali minori di godimento riferiti a

beni Strumentali, ad attrezzature, nonché a beni immateriali;

Spettacoli ed eventi culturali.

Finanziamenti

La sovvenzione è concessa al beneficiario, a titolo di rimborso del 100% dei costi ammissibili stimati e non può essere superiore ad euro 72.000,00.

Per ulteriori informazioni contattare lo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo:  info@gruppopk.com

Sicurezza 18/01/2019 - CREDITO D’IMPOSTA PER ACQUISTO DI MATERIALI PROVENIENTI DAL RECUPERO DEGLI IMBALLAGGI
La Legge Nazionale di Bilancio 145/2018 introduce anche il credito d’imposta al 36% sui prodotti riciclati ...

La Legge Nazionale di Bilancio 145/2018 introduce anche il credito  d’imposta al 36% sui prodotti riciclati;

A chi si rivolge

A TUTTE le aziende che acquistano materiali e articoli provenienti dal riciclo degli imballaggi.

La scadenza

In riferimento ad acquisti effettuati nel 2019 e 2020

Spese ammissibili

Verrà riconosciuto per l’acquisto documentato di:

·        articoli prodotti con materiali provenienti da raccolta differenziata di imballaggi in materiali plastici;

·        packaging biodegradabile e compostabile conforme alla normativa UNI EN 13432:2002;

·        packaging proveniente dalla raccolta differenziata di carta e alluminio.

Finanziamenti

Il credito di imposta è riconosciuto, per ciascuno degli anni 2019 e 2020, nella misura del 36% delle spese sostenute fino ad un importo massimo annuale di euro 20.000 per ciascun beneficiario.

Per ulteriori informazioni contattare lo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo : info@gruppopk.com

Sicurezza 10/01/2019 - BANDO ISI INAIL 2018
l’Inail con determina del 20 dicembre 2018 ha pubblicato l’avviso relativamente al bando Inail 2018 ...

L’Inail con determina del 20 dicembre 2018 ha pubblicato l’avviso relativamente al bando Inail 2018

A chi si rivolge

A  tutte Imprese che intendono realizzare progetti in azienda per i miglioramenti dei livelli di salute e sicurezza. Alle piccole e medie imprese operanti nel settore dell’agricoltura, a quelle con codice Ateco 2007 A03.1,C13,C14,C15 e giovani agricoltori.

La scadenza

Le domande potranno essere presentate dalle imprese accedendo alla piattaforma Inail con le credenziali di accesso, dal 11 aprile 2019 e fino alle 18.00 del 30 maggio 2019 per la verifica del raggiungimento della soglia di ammissibilità ed il salvataggio della domanda.

Dal 6 giugno le imprese che hanno superato la soglia di ammissibilità, potranno accedere al portale Inail per scaricare il codice identificativo ed in seguito effettuare il click day.

Spese ammissibili

Sono ammissibili i progetti di investimento, progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi, bonifica amianto, progetti per micro e piccole imprese operanti in settori specifici e progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola.

Finanziamenti

 Sulle spese per i progetti di investimento, modelli organizzativi e amianto il finanziamento in conto capitale del 65% per un massimo di € 130.000 ed un minimo di € 5.000,00. Per gli investimenti delle micro e piccole imprese operanti in settori specifici identificati con codici Ateco, il finanziamento in conto capitale del 65% con un importo massimo erogabile  pari a € 50.000 ed uno minimo pari a € 2000,00.

Per le micro e piccole imprese operanti nel settore dell’agricoltura il contributo è del 40%; per le imprese agricole  e per i giovani agricoltori del 50% per un finanziamento massimo erogabile pari a € 60.000,00 ed un minimo di € 1.000,00.

Per ulteriori informazioni contattare lo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo :   info@gruppopk.com

Sicurezza 10/01/2019 - BANDO GIOVANI IMPRENDITORI PER LA MONTAGNA
La Regione Fvg ha stanziato un bando rivolto alle Micro e Piccole imprese neo costituite nelle aree rurali del territorio della Carnia ...

La Regione Fvg ai sensi del Regolamento di attuazione per le misure connesse agli investimenti del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, ha attuato il seguente bando:

A chi si rivolge

Micro e Piccole imprese neo costituite  da  imprenditori di età compresa tra i 18 e i 41 anni, iscritti alla Camera di Commercio; Il presente bando si applica alle operazioni attuate nelle aree rurali del territorio della Carnia:

Amaro, Ampezzo, Arta Terme, Cavazzo Carnico, Cercivento,

Comeglians, Enemonzo, Forni Avoltri, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Lauco, Ovaro, Paluzza, Paularo, Prato Carnico, Preone, Ravascletto, Raveo, Rigolato, Sappada/Plodn, Sauris, Socchieve, Sutrio, Tolmezzo, Treppo Ligosullo, Verzegnis, Villa Santina,Zuglio.

La scadenza

Il beneficiario presenta la domanda sul portale del Sistema informativo agricolo nazionale(SIAN), www.sian.it entro il 24/03/2019

Spese ammissibili

Il Bando prevede i costi sostenuti in seguito alla presentazione della domanda e per i seguenti:

Sono ammissibili le operazioni che prevedono la realizzazione di interventi volti all’avvio di nuova attività d’impresa giovane, nello specifico:

a) costruzione, miglioramento e ampliamento di beni immobili adibiti all’attività d’impresa;

b) acquisto, compreso il leasing, di nuovi impianti, macchinari, attrezzature e arredi;

c) investimenti materiali e immateriali finalizzati ad attività informative, divulgative e promozionali;

d) altri investimenti immateriali finalizzati alla realizzazione di attività ammissibili e definite nelPiano d’Impresa.

Il costo minimo ammissibile della domanda di sostegno è pari a euro 10.000,00.

2. Il costo massimo ammissibile della domanda di sostegno è pari a euro 100.000,00

Finanziamenti

Il sostegno è erogato in forma di aiuto in conto capitale in de minimis secondo la seguente aliquota: 70%.

Per ulteriori informazioni contattare lo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo  :  info@gruppopk.com

Sicurezza 07/01/2019 - Concessione di contributi alle PMI a sostegno di interventi per la digitalizzazione I 4.0
La Camera di Commercio di Treviso- Belluno ha stanziato un contributo a fondo perso per tutte le micro, piccole e medie imprese ( MPMI ) ...

La Camera di Commercio di Treviso- Belluno ha stanziato un contributo a fondo perso con lo scopo di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese (MPMI), di tutti i settori economici attraverso:

A chi si rivolge

A tutte le MPMI

La scadenza

Le richieste di contributo, da redigersi utilizzando l'apposita modulistica  e corredata dalla documentazione specificata nel Bando, devono essere inoltrate dalle ore 09:00 del 04.02.2019 alle ore 24:00 del 30.04.2019 esclusivamente in modalità telematica con firma digitale, collegandosi all'indirizzo http://webtelemaco.infocamere.it

Spese ammissibili

Il Bando prevede due Misure:

· nella Misura A sono ammissibili i costi sostenuti per l'acquisizione di servizi di consulenza finalizzati all'introduzione delle tecnologie di innovazione tecnologica I4.0.

· nella Misura B sono ammissibili spese sostenute per l'acquisto dei beni strumentali di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i.

Beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni

sensori e azionamenti.

Dispositivi per l'interazione uomo macchina e per il miglioramento dell'ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica «4.0»

Beni immateriali (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni) connessi a investimenti in beni materiali «Industria 4.0» .

Sistemi per l'assicurazione della qualità e della sostenibilità

Sono ammissibili le spese sostenute per interventi avviati a partire dal giorno successivo a quello di pubblicazione del Bando e conclusi entro il termine ultimo per la presentazione della domanda di contributo.

Finanziamenti

Il contributo massimo concedibile a ciascuna impresa sarà pari al 50% della spesa effettivamente ammissibile e nello specifico:

· a) acquisto di servizi di consulenza investimento minimo € 2.000,00 e     massimo € 5.000,00

· b) acquisto di beni strumentali investimento minimo € 5.000,00 e massimo € 12.000,00

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 oppure scrivete all’indirizzo : info@gruppopk.com